ELVINO ECHEONI

ARTISTI IN PERMANENZA:

Biografia Echeoni

Elvino Echeoni nasce a Roma il 12 dicembre del 1950.

Pittore, scultore, incisore, restauratore, ma anche designer, musicista, compositore e autore di testi.
Le sue opere figurano in chiese, musei e collezioni sia pubbliche che private.

Elvino Echeoni è un personaggio poliedrico, rappresentativo artista italianio, ha portato la sua arte in tutto il mondo: dalle varie città Europee al Canada, dagliStati Uniti al Perù, dagli Emirati Arabi alla Cina.
Nel pieno della Dolce Vita nata con Novella Parigini e immortalata da Federico Fellini nel suo celebre film, Elvino Echeoni, seppur giovanissimo, è musicista nei vari night della capitale.
Successivamente abbandona questa professione per dedicarsi alla pittura. In quello stesso periodo incontra di nuovo Novella Parigini con la quale nascerà un intenso sodalizio artistico che durerà per circa un ventennio, fino al 1993, anno della scomparsa di quest’ultima alla quale Echeoni dedicherà il libro “Un mito preannunciato”, nel quale, attraverso innumerevoli testimonianze dell’epoca, ricostruisce la vita di questa straordinaria pittrice.

Con vari stili e tecniche si è impegnato ad affrontare varie tematiche sociali, ma anche di ritrarre il buio e la luce di alcuni canti della Divina Commedia, o di raccontare le “segrete analogie” tra Freud e Pirandello e successivamente, tra Federico Fellini e Charlie Chaplin.
La sua versatilità si è prestata a diversi incarichi artistici: ha realizzato il l calendario commissionatogli dalla Banca di Credito Cooperativo di Roma, in occasione del quattrocentesimo anniversario della nascita di Gian Lorenzo Bernini, e un altro  commissionatogli dalla Toscano Immobiliare, società con la quale collabora da oltre 25 anni, su commissione del Comites di Toronto, per il cinquecentesimo anniversario della scoperta del Canada, realizzò l'immagine del navigatore Giovanni Caboto, poi riprodotta su manifesti e stampe dei festeggiamenti.
Tra i suoi lavori, su commissione dell’Ente Fiera, troviamo un enorme Murales all'interno della Fiera di Roma, successivamente un dipinto (50 x 4,5 metri) presente all’ingresso principale della stessa ed infine un quadro, consegnato personalmente a Papa Giovanni Paolo II, attualmente in catalogazione presso i Musei Vaticani.
Tuttora è conosciuto come il “Pittore delle Miss”, appellativo attribuitogli dopo che ha ritratto numerose attrici e vincitrici di concorsi internazionali di bellezza.

Molti sono i riconoscimenti che gli sono stati attribuiti: il Decastero Cultura della Repubblica di San Marino gli ha conferito la Targa d'oro Europea per meriti artistici e il Presidente della Repubblica Italiana, l'onoreficenza di Cavaliere.

L'amore per il nuovo e per il moderno e la costante ricerca lo hanno proiettato, attraverso le vibrazioni e l’armonia del colore verso una sintesi pittorica di "Energia vitale". Abbandonata la forma, ha eseguito una serie di dipinti astratti ispirati ai "Momenti musicali" e un’altra dal titolo "Realtà virtuale" in cui il pittore estremizza la tridimensionalità di figure geometriche ad alto contenuto simbolico. Per questo nuovo modo di interpretare la pittura, in occasione dell’Expo di Shangai del 2000, è stato riconosciuto dalla critica cinese come “il più innovativo tra gli artisti contemporanei” mentre l’annuario d'arte "Arte & Mercato" e l’ "Annuario d'arte moderna Italiana" gli dedicarono la copertina. La casa editrice Loescher successivamente gli commissiona una stessa per il testo scolastico “Matematica con geometria”indirizzato agli istituti superiori.